Flora&Fauna a confronto – Parte Uno

Inchgower 14 Flora&Fauna (OB, 2000, 43%)

Inchgower 14 Flora&Fauna (OB, 2000, 43%)Naso: malto fresco ed anche giovane, poi frutta gialla speziata. Pere con cannella. Piccoli frutti di bosco appena accennati, agrumi, limone e arancia. C’è anche della frutta tropicale, ananas e lime. Se vogliamo più semplice del Linkwood. Cacao amaro e caffè, ma sono sensazioni.

Gusto: imbocco fresco poi spezie. Pepe nero, pepe bianco, paprika, cannella. Frutta gialla ben matura, mela, pera Williams, albicocca, pesca bianca.

Finale: non troppo lungo, spezie, frutta gialla, caffè.

Commento: non mi è dispiaciuto. Molto semplice, le cose che deve fare le fa e anche bene. Possiamo discuterne per ore, ma questo è il mio blog e decido io.

Valutazione: 82

 

Linkwood 12 Flora&Fauna (OB, ???, 43%)

linkwood-12-year-old-flora-and-fauna-43-70cl-63000009-0-1425489746000Naso: anche qui malto fresco e giovane, quasi da vernice. Poi tanta frutta gialla, abbastanza acerba: mela, pera, banana. Frutti di bosco e frutta tropicale. Siamo su territori più acerbi rispetto all’Inchgower e meno speziati. Vaniglia e biscotti alla cannella dopo qualche tempo.

Gusto: imbocco più caldo, poi tante spezie. Pepe nero e paprika sulla punta della lingua, pepe bianco dopo un po’ di tempo. Puntine saline. C’è una nota sporca quasi di minerale che avanza col tempo. Frutta gialla, quindi pera e banana.

Finale: più lungo, frutti di bosco, spezie, cereali.

Commento: meglio dell’Inchgower di sicuro, se non altro per il bel naso ed il buon palato. Qualche punticino in più dunque, niente Olimpo, ma una sicurezza.

Valutazione: 84

Annunci

Inchgower 1991/2014 (The Whisky Agency – Liquid Library, 2014, 51,8%)

Naso: alcol inizialmente pungente, poi una bella scarica di frutta e malto. Mela e pera, poi ancora pesca ed albicocca. Marmellata di arancia molto zuccherata. Permane qualcosa di minerale, di terroso sullo sfondo. Qualche spezia, pepe bianco in particolare. Si “rinfresca” con il tempo. Con acqua si colora di spezie fresche ed avvolgenti. Aromi di incenso.

Gusto: imbocco caldo, puntine speziate sulla punta della lingua, poi una bella sinfonia di note dolci: frutta matura, mela e pera ovviamente, ma anche qualcosa di tropicale ai confini con l’ananas. Completano il tutto una maltosità leggermente legnosa, cacao amaro e caffè in grani.

Finale: cacao amaro, caffè moca, mela al forno. Cappuccino non zuccherato. Spezie a lungo.

Commento: decisamente il mio stile di whisky, speziato in bocca e dolce ed avvolgente al naso. Gli diamo un punticino in più per il lungo finale. Legno non pervenuto.

Valutazione: 87

Inchgower 14 (Douglas Of Drumlanrig, 2014, 46%)

Naso: naso fruttato e speziato, qualcosina di legno in sottofondo, patate tagliate, maltoso e cereali. Mela gialla quasi acerba, pera al forno. Pepe bianco e vaniglia.

Gusto: imbocco caldo e avvolgente, un malto orientato sulla frutta, quindi mela matura, pera, qualcosina di albicocca, poi malto e cereali. Una nota di legno leggerissima si mischia alla vaniglia. Puntine saline sulla punta della lingua.

Finale: frutta secca, legno, vaniglia.

Commento: un malto tutto sommato molto calmo e godibile, senza guizzi verso l’alto ma neppure verso il basso. Promuoviamo.

Valutazione: 83

Inchgower 1982/2012 (Berry’s, 2012, 51,9%) Cask 6985

inchgower 1982 berrys

Naso: fresco e fruttato, da subito un malto che fa della dolcezza l’arma principale. Ananas, pesca sciroppata, ginger, banana fritta, una punta di mandorla. Una certa medicinalità alcolica sostiene il tutto, c’è anche un lato caramellato e di zucchero di canna non propriamente dolce e comunque ben definito. Interessante. Piano piano si sposta sulla frutta rossa, in particolare fragole e fragoline di bosco, accentuando anche una componente di marmellata di fragole appena accennata. Aumenta la nota floreale ed una salinità consistente. Caramello e qualcosina di chimico.

Gusto: malto biscottato, pepe nero intenso e una punta di acidità. Non proprio correlato al naso e senza particolarità rilevanti. Suggestioni di fragola e di miele di castagno intense lasciandolo respirare.

Finale: burro, zucchero di canna e caffè in polvere. Olive sott’olio.

Commento: un single cask valido ma che non ci ha colpito molto. Il naso è abbastanza anonimo anche se ben strutturato ed il finale è poco tangibile. Abbiamo letto delle ottime opinioni sulle botti “sorelle” di questa ma imbottigliate qualche anno prima.

Valutazione: 84