Malti sconosciuti di Islay

Islay Single Malt 2008/2016 (Sansibar for The Dutch Whisky Association, 2016, 52,8%)

Naso: torba marina, agrumi, limone e arancia. Sale, pepe bianco, pepe nero dopo qualche minuto. Leggero ed affilato.

Gusto: spezie quasi da subito. Pepe nero e paprika. Frizzante. Poi torba, leggera ma consistente. Agrumi? Limone, cedro, arancia candita. Non eccessivamente secco.

Finale: medio, spezie, torba, frutti di mare, agrumi.

Commento: rispetto al compagno è più tradizionale e meno elegante, voto di conseguenza. Grazie a Jens per il sample!

Valutazione: 87

South Shore Islay Malt 8 (Valinch&Mallet, 2016, 48,8%)

islay-malt_box2Naso: leggero all’inizio, si amplia pian piano. Frutti di mare, poi agrumi: limone sicuramente ma anche cedro. Spezie, quindi pepe bianco. Torba, non invasiva. Sabbia bianca.

Gusto: spezie, torba, frutta gialla, agrumi ma anche pesca bianca. Pepe bianco ottimo. Sensazioni saline dopo qualche secondo.

Finale: lungo ed intenso. Torba, spezie, pepe nero, frutta gialla, agrumi.

Commento: elegante e raffinato, questo malto presenta tutte le note di una certa distilleria che chiameremo X, dove X sta per eleganza e raffinatezza su Islay. Torba ne abbiamo, ovviamente, ma ben “diluita” nel distillato. Grazie a Davide per il robusto sample e ottima selezione davvero!

Valutazione: 90

Annunci

Pluscarden Valley 14 (Sestante, 1980′, 57,4%)

wp0081i785-58_im280373Naso: fieno, mela rossa, pera. Frutta casalinga un po’ sui generis. Sembra commestibile! Cavolo, quasi minestrone. Ha tracce di carne, brodo di pollo. Si “tranquillizza” dopo qualche minuto di ossigenazione. Quindi frutta rossa, amarena, ciliegia e mela. Fieno ancora e fiori di campo.

Gusto: spezie, pepe nero. Poi frutta gialla e rossa, fragola, mela, pera, banana, mango. Le spezie si amplificano col tempo, paprika, cannella. Piccoli frutti di bosco. Gradazione buona, intenso.

Finale: lungo, spezie, frutta rossa, cacao amaro.

Commento: che dire, direttamente dal passato, un UD di livello. Non siamo di fronte ad un campionissimo, ma comunque un ottimo prodotto, molto particolare. Naso tutto da studiare, palato più “standard” ma comunque ottimo, finale lungo e complesso.

Valutazione: 89

Burnside 1989/2015 Small Batch (Cadenhead’s, 2015, 48,8%)

Burnside 1989/2015 Small Batch (Cadenhead's, 2015, 48,8%)Naso: miele d’acacia, spezie, pepe bianco, frutta rossa appena accennata. Tabacco da sigaro, pelle. Mandorle.

Gusto: imbocco fresco ed intenso, spezie sulla lingua, pepe nero. Poi frutta rossa, cacao, ancora pepe nero in aumento. Cioccolato al latte. Non uno sherry monster. Miele d’acacia.

Finale: spezie, pepe nero e paprika. Miele, frutta rossa e gialla. Marmellata d’arancia.

Commento: Dicono Balvenie per questo UD. Potrebbe essere, anche se mi è sembrato un po’ rude. Comunque ben fatto e ben rappresentativo almeno di Cadenhead’s. Grazie a Maurizio, come al solito, per il sample!

Valutazione: 87

 

Poit Dhubh 8 (UD, 2012, 43%)

VATTED_POI1Naso: due anime, una più fumosa e l’altra più fruttata. Si sente una certa influenza dello sherry, uno sherry pungente e medicinale, nonchè affumicato. Note di crema alla frutta, limone e mela rossa, poi tanta vaniglia e caramello. L’affumicato si pronuncia dopo qualche tempo, insieme a qualche spezia, ad esempio pepe bianco.

Gusto: imbocco caldo e delicato, i 43 gradi si sentono ma in maniera positiva. Abbiamo qualche spezia sulla punta della lingua, pepe bianco, poi il contesto è piuttosto dolce: mela rossa, pera al forno, vaniglia, caramello. Una puntina fumosa e pepata dopo un po’, ma è poca cosa. Vince lo sherry sicuramente.

Finale: legno dolce e spezie del legno, frutta rossa, vaniglia e caramello.

Commento: dolce e ruffiano come pochi, è sicuramente meglio di tanti single malt (anche tra i più venduti…). Lo voglio premiare con un bel voto onesto e spero di assaggiare gli esemplari più anziani. Pericolosamente beverino.

Valutazione: 82

English

Nose: two souls, one more smoky and one more fruity. You can feel a certain influence of sherry, sherry pungent and medicinal, as well as smoked. Notes of fruit cream, lemon and red apple, then so much vanilla and caramel. The smoked pronounces after some time, along with some spice, such as white pepper.

Mouth: warm and delicate mouth, you can feel the 43 degrees but in a positive way. We have some spice on the tongue, white pepper, then the context is pretty sweet: red apple, baked pear, vanilla, caramel. A pinch of pepper and smoky after a while, but it is a small thing. Sherry definitely wins.

Finish: soft wood and wood spices, red fruit, vanilla and caramel.

Overall: sweet, crawler like few others, it is certainly better than many single malt (also best sellers…). I want to reward him with a good mark honest and I hope to sample specimens older. Dangerously drinkable.

Rating: 82

Islay Malt 2007/2014 (The Whisky Agency, 2014, 53,1%)

Islay-Single-Malt-2007-The-Whisky-AgencyNaso: torba tipicamente Ardbeg, poi ancora vernice e coloranti vari per la zona chimica di questo whisky, un qualcosa di marittimo e costiero. Succo di limone dice Serge, ed effettivamente ci sono vari agrumi ma tutti abbastanza flebili. Olio d’oliva, tabacco e noci. Con acqua esplode la frutta gialla, banana e pompelmo giallo, più il fumo. Si affumica maggiormente con il tempo nel bicchiere, abbiamo note di bacon e carne cotta alla griglia.

Gusto: torba vegetale, non eccessivamente marittima, olio d’oliva, agrumi vari abbastanza dolci, non troppo aspri, la torba è ben misurata e sfaccettata. C’è anche della vaniglia e della frutta gialla, ai limiti del tropicale. Oleoso e masticabile, non propriamente Ardbeg. Con acqua si colora maggiormente di frutta gialla e agrumi, più puntine speziate di pepe nero e sale sulla punta della lingua. Nuota bene.

Finale: tutto sulla torba e gli agrumi.

Commento: un isolano diverso dai soliti torbatoni, più fruttato e speziato con acqua. Mi ha ricordato alla lontana qualche Port Charlotte.

Valutazione: 87