Macduff 1980/2011 (Old Bothwell, 2011, 54,3%)

Naso: frutta rossa, ciliegia e fragola, poi marmellata di albicocca. C’è anche la mineralità, l’alcol si fa sentire. Malto, biscotti ai cereali, la frutta rossa diminuisce con il tempo. Botte sherry, spezie, pepe bianco, cardamomo, paprika.

Gusto: si ripresenta il naso, frutta rossa, ciliegia ed amarena, poi un leggero farmy. Tracce di legno, spezie del legno, altre spezie tra cui pepe bianco e paprika. Cola. Fragola e menta.

Finale: abbastanza prolungato, menta, frutta rossa, spezie.

Commento: buon single cask, poca traccia dello spirito ma tanta della botte in sherry. Età avanzata ed uno spirito tutto sommato giovane.

Valutazione: 85

Nose: red fruit, cherry and strawberry, then apricot jam. There is also the minerality, alcohol is felt. Malt biscuits cereal, fruit red decreases with time. Sherry cask, spices, white pepper, cardamom, paprika.

Taste: returns the nose, red fruit, cherry and black cherry, then a slight farmy. Traces of wood, wood spices, other spices such as white pepper and paprika. Cola. Strawberry and mint.

Finish: fairly long, mint, red fruit, spices.

Overall: good single cask, little trace of the spirit but a lot of sherry barrel. Older age and a spirit altogether young.

Rating: 85

Annunci

Glenrothes Indipendenti

Glenrothes 1980/2014 (The Whisky Agency, 2014, 48,5%)

glenrothes1980-privatestock-aid-519bNaso: un bel naso fruttato alla mela, abbastanza zuccherino. Erbe di campo, foglie del thè in infusione, un thè aromatizzato e zuccherato. Farina di cocco, un naso che nasconde sicuramente l’età sopraggiunta quindi bene così. Si fa strada un odore di chiuso, miele. Candele ed un odore di chiesa. Si evolve parecchio nel bicchiere, dategli tempo.

Gusto: attacco di spezie in primis, poi torna fruttato come al naso. Da una parte le spezie proseguono, sale, pepe nero e paprika sulla punta della lingua, però dobbiamo sottolineare la frutta, ananas, banana, mela cotta al forno. Non c’è traccia di legno alcuno. Anche un qualcosa di cioccolato amaro, sempre sulla punta della lingua.

Finale: spezie, piccoli frutti rossi acerbi, frutta gialla matura, banana. Cacao sulla lunga distanza.

Commento: un whisky strano da sezionare con un naso molto particolare ed in costante evoluzione. Mi è molto piaciuto il finale con un cacao pressochè infinito. Non troppo bilanciato tra le varie componenti però. Non si avverte il legno.

Valutazione: 89

 Glenrothes 1999/2015 (Cadenhead’s, 2015, 59,7%)

Naso: 60 gradi e non sentirli. Questo più di tutto. Poi abbiamo anche qui parecchia frutta matura, banana, mela e pera, continuando poi per un prato di erbe al sole. Quasi camomilla, foglie del thè. Cappuccino, caffè in grani, cacao, il tutto molto flebile ma presente. Con acqua miele d’acacia e pepe nero, oltre al cioccolato amaro.

Gusto: anche qui attacco speziato, soprattutto di pepe di Cayenna e pepe nero “normale”, poi una bella frutta gialla e rossa anche se dominano un po’ le spezie. Cacao, caffè in grani e un pochino di legno. Le spezie tendono a coprire il tutto dopo qualche secondo rendendo difficile il sezionamento di altre componenti al gusto. Vediamo con un po’ d’acqua. Un bel cioccolato amarissimo (quello che più ci piace), caffè ancora ed un pochino di legno. Spezie molto più gestibili e foglie di thè in infusione. Non è complessivamente troppo amaro.

Finale: quasi tutto sulle spezie, con un po’ di caffè e cacao. Con acqua foglie del thè e miele d’acacia. Spezie infinite.

Commento: un palato da brividi per intensità e potenza, merito sicuramente dei quasi 60 gradi e di alcune spezie incontrollabili. Merita l’aggiunta d’acqua per vederne l’evoluzione. Finale davvero lungo.

Valutazione: 87

Bunnahabhain Indipendenti

Bunnahabhain 1980/2014 (The Whisky Agency, 2014, 47,1%)

Bunnahabhain-34-yo-1980-The-Whisky-AgencyNaso: non troppo sherry, siamo di fronte ad un refill ovviamente. Canfora, legno, pochi frutti rossi ben distribuiti, marmellata di pesche ed albicocche. Col tempo si addolcisce maggiormente, leggero incenso, fragole e more. Impasto per biscotti, un leggerissimo mentolo.

Gusto: imbocco frizzante e fresco, poi si tramuta in un qualcosa di più caldo, presenti varie spezie sulla punta della lingua, pepe bianco e paprika, rimane comunque dolce, malto biscottato, fiori e frutta. Serge dice marzapane ma io non lo avverto. Grazie per la foto! Continua a leggere

Distillerie Chiuse

Glenlochy 1980/2007 (Part Des Anges, 2007, 58.3%) Cask 2826

2187-215box

Naso: parecchio alcolico all’inizio, rimane piuttosto austero anche dopo qualche minuto. Cera d’api, miele, vaniglia, erbe di campo, camomilla, menta fresca. Leggermente legnoso ed un pochino torbato, anche se siamo a davvero pochi PPM. Foglie di thè.

Gusto: caldo ed avvolgente, impasto per pane, cera, miele, poi anche diverse spezie, sempre molto calde, pepe nero e menta, quasi cacao. Sul finale emerge un gran legno molto intenso ma assolutamente non spiacevole.

Finale: lungo e quasi tutto sul legno, punte di spezie e torba.

Commento: un interessante salto nel passato di una distilleria ormai chiusa, profilo da Clynelish/Brora.

Valutazione: 86

Dallas Dhu 26yo 1980/2007 (Part des Anges, 2007, 57.6%,) Cask 2107

Naso: parecchio malto, note fruttate ed erbacee, limone ad esempio, ma anchedallasdhu1980pda una bella mela grattugiata, rose ed erbe di campo, cera d’api e miele.

Gusto: in bocca è fruttato principalmente ma rimane un’impronta legnosa di botte ben presente, poi qualche spezia non ben identificabile. Ancora tanto malto e sensazioni pepate e saline, quasi minerali.

Finale: tutto sul legno, qualche apparizione speziata.

Commento: anche qui una botte bourbon che lascia poche tracce su un distillato fruttato e leggero. Molto buono il finale.

Valutazione: 86

Dailuaine 1980/1998 (Samaroli, 1998, 45%) Cask 1527

dailuaine samaroli 1980/1998

 

Naso: inizio leggero e pressoché impenetrabile, diventa maltoso, emerge una componente di frutta matura leggera, poi burro, mela verde, una sorta di strudel con una puntina di pepe nero. In continua evoluzione.

Gusto: imbocco da vino bianco, poi burro, sferzate salate, speziato con misura, un gusto inequivocabile ma un po’ watery.

Finale: il punto forte di questo Samaroli, cioccolato amaro, multo burroso e diverse spezie, non estremamente lungo ma compatto, arachidi.

Commento: una buona selezione di Samaroli, un whisky interessante ed estremamente calmo in ogni componente, molto rilassante e soprattutto in continua evoluzione. Gli manca una marcia in più per entrare nell’Olimpo ma insomma, può andare bene così.

Valutazione: 86