Talisker 1981/2002 Sherry Casks (OB, 2002, 62%)

26591-238-1Naso: torba e sherry. Torba che punge, pepe nero, paprika leggerissima. Molto fine ed elegante. Non si nota la gradazione in nessun momento. Frutta rossa, quindi ciliegia e mora.

Gusto: spezie, noce moscata, pepe nero, salinità. Frutta rossa, ciliegia sotto spirito, mora, amarena, quasi fragola. Torba, leggera ma presente. Gradazione perfetta. Qui si avverte decisamente il carattere di Talisker.

Finale: molto lungo, pepe nero, torba, spezie, frutti rossi, ciliegia.

Commento: benissimo, eccoci arrivati a 500 degustazioni su questo blog. Non ho potuto trovare un whisky migliore, onestamente, visto che è la mia distilleria preferita, vista la portata di questa bottiglia. Rasenta la perfezione, quello che cerco in uno scotch dopo questi pochi anni di ricerca. 99 per i sentimenti, 93 per l’onestà.

Valutazione: 96

Annunci

Miltonduff 1981/2014 (Adelphi, 2014, 54,2%) Cask 5067

Miltonduff 1981/2014 (Adelphi, 2014, 54,2%) Cask 5067Naso: intenso e variegato, abbiamo frutta gialla tra cui qualche agrume dolce, poi piccoli frutti rossi acerbi. Si prosegue con note tropicali ben evidenti, ananas, banana. Anche qualche fiore di campo, soprattutto dopo qualche tempo. Intensità e molte note da scoprire direi. Anche pepe bianco ed altre spezie. Pere cotte al forno.

Gusto: qui si avvertono le spezie, pepe nero, quasi paprika, più la frutta tropicale acidula, simile al naso ma appunto più acida. Conclude il tutto una bella crema pasticcera. Le spezie rimangono costanti. Emerge anche un po’ di legno, probabilmente dovuto al lungo invecchiamento. Mentolo e tabacco da pipa.

Finale: legno, frutta tropicale, agrumi, spezie.

Commento: molto particolare, qui abbiamo un naso da campione ed un palato forse un po’ toccato dal legno. Ma niente paura, nulla di insormontabile. Un grazie ad Emanuele per il sample!

Valutazione: 87

Glenugie 1981/2005 (Duncan Taylor, 2005, 61,9%) Cask 5155

Glenugie-23-e1390908202642Naso: frutta rossa, ciliegie e more, poi ancora cioccolato amaro. Col tempo si amplia la carne ed anche avvertiamo note di cuoio, di pelle lavorata. Carne da grigliata, dicevamo, ma anche prosciutto tagliato fresco. Caramello e vaniglia. Spezie, zafferano in primis ma anche pepe nero.

Gusto: imbocco fresco, poi abbiamo una serie di note legate all’invecchiamento in sherry: frutta rossa (more e ciliegie), cioccolato al latte, cappuccino, frutta secca non troppo accentuata, il tutto mentre il calore aumenta dovuto agli oltre 60 gradi. Colora il tutto un legno pregiato e qualche spezia.

Finale: cioccolato, erbe da amaro nazionale.

Commento: distilleria silente? Lunga vita a Glenugie, che ci ha regalato un ex-sherry di tutto rispetto pari a lavori di Glendronach ed altri, senza paura dei 60 gradi, tutto sommato affrontabili. Grazie al Bevitore Raffinato per il sample!

Valutazione: 89

Brora 1981/2005 (Signatory for LMDW, 2005, 46%)

pdt__brora_1981_24yo__lmdw_263_1Naso: un po’ troppo alcol inizialmente benché sia un 46 gradi. Procediamo oltre con un bel malto: impasto per pane e cereali in generale, frutta secca, lo sherry butt lascia note di frutta rossa non in grande quantità, tracce di fragola ed uvetta, uva passa, un pochino di torba e legno.

Gusto: imbocco dolce che tradisce note legnose, speziate e torbate consistenti, poca frutta secca per un palato troppo amaro non proprio piacevole.

Finale: tutto sul legno bruciato a tratti.

Commento: pare sia andato a male, il naso non è malaccio ma in bocca è poco bevibile, complice un amaro inspiegabile. Mi riservo dunque un SV.

Valutazione: SV