Glen Scotia 1991/2015 Leather-bound Ledger (Wemyss Malts, 2015, 46%)

Glen Scotia 1991/2015 Leather-bound Ledger (Wemyss Malts, 2015, 46%)Naso: pare uno sherry cask. Innanzitutto una certa mineralità di fondo, quasi sabbia umida. Poi frutta rossa, ciliegia ed amarena, forse susina. Frutta gialla casalinga. Caffè e cacao amaro. Diverse spezie, cannella, pepe bianco. In sè un naso multi-strato. Rabarbaro dopo qualche tempo.

Gusto: spezie in primo piano, paprika e pepe nero, poi frutta rossa, ciliegia ed amarena, non proprio zuccherina. Sensazioni di cacao amaro non troppo astringente. Anche burro e miele d’acacia. Buona la gradazione. Rum, rabarbaro, cola.

Finale: complesso e lungo, frutta rossa, cacao, spezie, burro.

Commento: io non amo Glen Scotia, questo sia chiaro. Eppure, grazie anche alla bontà della botte di sherry, abbiamo un buon malto ben sfaccettato dove tutte le componenti sono intellegibili e armoniosamente integrate. Buon voto.

Valutazione: 88

Annunci

Glen Garioch 1991/2015 (Liquid Treasures, 2015, 51,9%)

GlenGarioch1991_LabelNaso: naso intenso, non si avverte la gradazione ma non è comunque privo di forza. Propoli, cannella, cera, erba tagliata. Frutta gialla e rossa, mela, pera, banana, albicocca, pesca. Le spezie aumentano con il tempo, diminuisce la frutta che comunque dà sostegno. Con acqua: cera, cereali, vaniglia.

Gusto: frutta matura, mela e pera, poi diverse spezie si contendono il palato. Una sensazione pepata abbastanza intensa, poi malto biscottato, cereali, agrumi zuccherati, cera e propoli come al naso. Caldo e avvolgente anche se un po’ nervoso. Con acqua diventa più mansueto, le spezie diminuiscono in favore della frutta. Più rotondo.

Finale: caffè, cacao, frutta rossa, spezie.

Commento: un ottimo malto di questo imbottigliatore indipendente misconosciuto. La valutazione è abbastanza elevata perchè il malto è solido e ben fatto, la botte ha regalato vari aromi senza togliere nulla all’ottimo distillato. Avercene di questi tempi…

Valutazione: 89

 

Trinidad 1991/2011 (SIlver Seal, 2011, 50%)

trinidad_IM1053Naso: miele, vaniglia, frutta rossa sotto spirito, l’alcol non si avverte troppo. Ci sono anche degli agrumi, tra cui l’arancia rossa e il cedro. Qualche spezie, tra cui pepe bianco e cannella. Con il tempo aumenta la vaniglia vicina al cioccolato al latte.

Gusto: imbocco dolce ma non zuccherino, frutta rossa sotto spirito, more e lamponi ma anche fragole. Poi miele, vaniglia, un che di legno stagionato, qualche spezia verso il finale. Qui si avverte la gradazione ma senza complicazioni. La vaniglia emerge dopo qualche secondo maggiormente.

Finale: medio-lungo, vaniglia, cioccolato al latte, miele e frutta rossa.

Commento: traditore! Dopo anni spesi a parlar male del “sottoprodotto caraibico” (cit.nec.) eccoci alle prese con un buon rum del buon Max. Approccio non facile e di certo ben gradito, un rum con tutte le componenti a posto e distante mille anni luce dai prodotti più commerciali. Molto vicino a certi whisky assaggiati, completo e gradevole in ogni componente. Mi limito ad un voto a forchetta perchè inabile a dare maggior consistenza alla valutazione. Grazie Giuseppe de Il Bevitore Raffinato per il sample.

Valutazione: 86/90

Glen Scotia 1991/2009 (High Spirits Collection, 2009, 60,7%) Cask 35

glen-scotia-high-spirits-18-yo-1991-2009-75-cl-607_IM203651Naso: ci accoglie una bella torba, insieme all’alta gradazione. Poi malto biscottato, arancia, agrumi, una nota di pane fresco. Marmellata di arancia e limone dopo un po’ di tempo. Anche a 60 gradi rimane godibile e fresco. Vediamo con acqua: emerge una nota burrosa e di miele d’acacia, miele scuro, zucchero di canna.

Gusto: imbocco caldo, procede con qualche spezia ben misurata. Pepe bianco ad esempio, ma anche paprika e pepe nero dopo qualche tempo. Biscotti, torba, salmastro, alghe, caffè e cacao amaro. Con acqua scemano le spezie in favore del cacao amaro. Biscotti ai cereali, sale e acqua di mare.

Finale: medio-lungo, spezie, malto, limone.

Commento: innanzitutto grazie ad Andrea Dyka per il sample. Mi ha dato la possibilità di espandermi verso questa poco conosciuta distilleria di Campbeltown con un malto saporito e tutto sommato gradevole. Anche a 60 gradi abbiamo qualche raffinatezza e non potenza pura, migliora con acqua. Promosso.

Valutazione: 85

Aultmore 1991/2013 (Douglas Laing, 2013, 51,5%) Cask DL10060

aultmore-21-year-old-1991-cask-10060-old-particular-douglas-laing-whiskyNaso: un naso fruttato di frutta casalinga, pera e mela, più qualcosina di banana ma è ben poca cosa. C’è anche qualcosa di floreale, stile campo estivo in fiore, non troppo accennato. Prosegue la frutta che quasi vira verso la frutta rossa, ma sono suggestioni probabilmente. C’è anche del pepe bianco ed altre flebili spezie. Marmellata di arancia, limone caramellato. Col tempo le spezie si amplificano, canfora e zenzero. Con acqua è ancora più floreale.

Gusto: imbocco fresco e vivace, si mantiene più speziato rispetto al naso, quasi salino, c’è del pepe nero e della paprika. Per il resto abbiamo gran frutta gialla e rossa, banana mela pera fragola ciliegia. Una grande intensità soprattutto dopo qualche secondo di permanenza in bocca. C’è anche del minerale. Con acqua si riscalda, ammorbidendosi e si ammorbidiscono pure le spezie, davvero intense a cask strength.

Finale: breve ma intenso, spezie, frutta gialla, limone e cedro zuccherato.

Commento: un bel single cask di questa distilleria ignota ai più. Una bella botta fruttata al naso che si ripercuote in bocca. Davvero niente male. Necessita di tempo nel bicchiere, non fate gli ingordi…

Valutazione: 88

English

Nose: a fruity nose of home fruit, pear and apple, plus a little banana. There is also something floral like summer field, not too pointed. The fruits continues, almost turns into red fruit. There is also white pepper and other spices. Orange jam, caramelized lemon. With time the spices are amplified, camphor and ginger. With water is more floral.

Mouth: mouth fresh and lively, more spicy than the nose, almost salty, there is black pepper and paprika. We have large red and yellow fruit, banana, apple, pear, strawberry, cherry. Great intensity, especially after a few seconds. There is also a mineral side. With water becomes warmer, soften like the spices, really intense at cask strength.

Finish: short but intense, spices, yellow fruit, lemon and sweet cedar.

Overall: a beautiful single cask of this distillery unknow to most. Great fruity side on the nose, like in the mouth. Not bad. Needs time in the glass, don’t be greedy…

Rating: 88