Longmorn 1994/2013 (Douglas Laing Old Particular, 2013, 48,4%) Cask DL10051

Longmorn 1994/2013 (Douglas Laing Old Particular, 2013, 48,4%) Cask DL10051Naso: ananas, banana, frutta tropicale. Pepe bianco. Qualche cereale sparso.

Gusto: imbocco speziato, salino e pepato. Pepe bianco, paprika. Poi frutta gialla e vaniglia leggera. Mela, ananas. Brioche all’albicocca? Fave di cacao.

Finale: medio lungo, frutta gialla, spezie, cacao.

Commento: niente male. Ormai Longmorn è abbastanza una sicurezza, ne abbiamo assaggiato qualcuno e ci sembrano sempre ben calibrati. Avanti.

Valutazione: 87

 

Annunci

Benrinnes 2003/2013 (Provenance, 2013, 46%) Cask 10089

Benrinnes 2003/2013 (Provenance, 2013, 46%) Cask 10089Naso: malto fresco, alcol denaturato che svanisce dopo poco. Frutta gialla ben matura, mela e banana. Pepe bianco.

Gusto: spezie, pepe nero. Sembra più alto di gradazione. Paprika, caffè in grani, cacao amaro, frutta gialla matura. Vaniglia.

Finale: medio, pepe nero, cacao amaro, banana, vaniglia.

Commento: molto difficile da sezionare. Un malto tendenzialmente giovane, con poche note in evidenza, ricorda una grappa francamente.

Valutazione: 80

 

Caol Ila 1991/2013 (Cadenhead’s, 2013, 53,1%) Cask 728

20151211_233955Naso: vaniglia data dal bourbon, poi frutta gialla ed agrumi (cedro). Bacon, carne cotta, torba.

Gusto: pepe nero, pepe verde, bacon, torba, agrumi, spezie sulla punta della lingua in aumento. Vaniglia e una certa dolcezza di frutta gialla.

Finale: torba costiera, agrumi, pepe nero, sale. Lungo e articolato.

Commento: prima di tutto grazie ad Emiliano per il robusto sample. Siamo di fronte ad uno splendido esemplare di Islay preso nel suo momento migliore. Niente da aggiungere!

Valutazione: 88

Dailuaine 1992/2013 (Bar Metro & MWF, 2013, 54,8%) Cask 3128

Dailuaine 1992/2013 (Bar Metro, 2013, 54,8%) Cask 3128Naso: leggermente mentolato, abbiamo piccoli frutti rossi acerbi. Una sensazione di malto fresco in evidenza, non proprio giovane. Mela rossa, pera, frutta casalinga insomma. Un tocco di vaniglia completa il tutto. Con acqua emergono le classiche erbe di campo. I frutti rossi non spariscono.

Gusto: puntine speziate, pepe bianco, paprika, poi tanta frutta rossa e gialla. Le spezie aumentano con il tempo, pepe nero in questo caso. Anche qui un tocco elegante di vaniglia. Miele millefiori. Intenso e con un’ottima gradazione. Fragola e lamponi. Con acqua non si placano le spezie, anzi sembrano ampliate.

Finale: lungo, spezie, pepe nero, frutta casalinga, vaniglia, miele.

Commento: innanzitutto grazie a Tobacco Alder per il sample. Sembra quasi un insieme di altri malti, mi viene in mente Balvenie per il miele e la vaniglia. Tutte le caratteristiche di casa madre con quel tocco in più donato dal single cask. Ottima bevuta, una menzione d’onore per il Giorgio D’Ambrosio.

Valutazione: 90

Littlemill 1990/2013 (Silver Seal, 2013, 54,8%) Cask 33

littlemill-23yo-silver-sealNaso: si avverte la struttura dell’alcol. Poi abbiamo crema vanigliata, frutta gialla, agrumi zuccherati e canditi. Anche frutti di bosco in minore quantità a dirla tutta. Lowlander 100%. Erbe di campo, camomilla, poi spezie, pepe bianco, cannella. Tutto ben amalgamato. Come al solito, trattandosi di Littlemill direi. Burro dopo qualche tempo. Con acqua aumentano vaniglia e caramello, oltre alle suddette erbe di campo.

Gusto: spezie in primo piano, pepe nero e bianco, poi frutta gialla, tropicale ed agrumi: ananas, banana, mango e avocado. Anche limone candito. Un palato molto ben fatto. Tracce di legno dopo un po’, crescono le spezie con il pepe nero sugli scudi. L’acqua non ferma le spezie, sempre presenti.

Finale: frutta gialla e rossa, spezie, legno, cacao, frutta secca.

Commento: partiamo dicendo che roba così andrà sempre meno a comparire su queste pagine. Trattasi di distilleria chiusa, vi abbiamo avvertito. Buona selezione da parte del solito Max Righi, recensione obbligatoriamente positiva. Voto a seguire.

Valutazione: 90