Caol Ila del 2000

Caol Ila 2000/2016 (Cadenhead’s, 2016, 53%)

Naso: torba minerale e marina, sale, pepe nero, iodio, ostriche. Agrumi? Limone molto sottile, cedro. Quasi mentolato. Fresco e vivace. Paprika.

Gusto: spezie, dopo qualche secondo. Pepe nero, paprika, cannella. Si prosegue con la torba, non troppo in evidenza. Sale in abbondanza. Frutti di mare. Le spezie aumentano col tempo. Perfettamente equilibrato col naso. Bravo Mark.

Finale: lungo, sale, pepe nero, torba, agrumi. Ancora sale.

Commento: Cadenhead’s non delude. Abbiamo un Caol Ila didattico estremamente buono, molto salino e speziato ma non esasperato. Un’ottima selezione. Grazie a Maurizio per il sample!

Valutazione: 89

Caol Ila 2000/2016 (Sansibar, 2016, 54,8%)

2016-04-06_14-11-13Naso: sembra più giovane del compare, tracce di cereali. Per il resto molto simile, quindi torba, pepe bianco, pepe nero dopo qualche minuto, ostriche, frutti di mare. Agrumi, frutta gialla affilata.

Gusto: più compito del Cadenhead’s, meno sale e meno spezie, che comunque aumentano col tempo. Poi torba, acqua salata, ostriche, agrumi, soprattutto limone.

Finale: anche qui lungo, torba, spezie, pepe nero, sale. Pochi agrumi.

Commento: leggermente differente dal compagno, qui siamo su territori più cauti. Meno spezie, meno sale per un whisky che al naso sembra più giovane ed al palato più vecchio. Comunque buono, e grazie a Jens per il sample!

Valutazione: 86

Annunci

Pluscarden Valley 14 (Sestante, 1980′, 57,4%)

wp0081i785-58_im280373Naso: fieno, mela rossa, pera. Frutta casalinga un po’ sui generis. Sembra commestibile! Cavolo, quasi minestrone. Ha tracce di carne, brodo di pollo. Si “tranquillizza” dopo qualche minuto di ossigenazione. Quindi frutta rossa, amarena, ciliegia e mela. Fieno ancora e fiori di campo.

Gusto: spezie, pepe nero. Poi frutta gialla e rossa, fragola, mela, pera, banana, mango. Le spezie si amplificano col tempo, paprika, cannella. Piccoli frutti di bosco. Gradazione buona, intenso.

Finale: lungo, spezie, frutta rossa, cacao amaro.

Commento: che dire, direttamente dal passato, un UD di livello. Non siamo di fronte ad un campionissimo, ma comunque un ottimo prodotto, molto particolare. Naso tutto da studiare, palato più “standard” ma comunque ottimo, finale lungo e complesso.

Valutazione: 89

Glendronach 2003/2015 (OB for Sansibar, 2015, 56,1%) Cask 4630

glendronach-2003-px-4630-sansibarNaso: cioccolato al latte, frutta secca. Noci, nocciole, mandorle. Frutta rossa disidratata ma anche no, nel senso che ci sono anche la ciliegia e la fragola. Gradazione assolutamente gestibile.

Gusto: spezie, pepe nero e cardamomo. Poi cioccolato fondente e frutta rossa, uvetta, fragola e amarena. Susina. Frutta secca generica. Rotondo e avvolgente. Caffè verso la fine.

Finale: medio-lungo, spezie, frutta rossa, frutta secca, pepe nero.

Commento: la riconferma che anche i Dronach giovani possono dire qualcosa di importante. Questo Single Cask è ottimo soprattutto davanti al camino, d’inverno. Ne restano poche bocce…

Valutazione: 89

Glen Garioch 1993/2014 (Adelphi, 2014, 59%) Cask 774

Glen Garioch 1993/2014 (Adelphi, 2014, 59%) Cask 774Naso: cioccolato al latte, caramello, rum, liquirizia, inchiostro. Frutta rossa e marmellata di arancia. Alcol non in evidenza.

Gusto: alcol non pervenuto. Pepe nero sulla punta della lingua, cacao amaro, frutta rossa in abbondanza ma non troppo sbrodolona. Ancora caramello, sembra quasi un rum. Cioccolato al latte dopo qualche momento. Il pepe nero aumenta e diventa paprika.

Finale: lungo e intenso, cioccolato, frutta rossa, caramello.

Commento: un grande Grazie ad Emanuele Pellegrini per il sample! Abbiamo un whisky che sembra un rum per quanto riguarda la dolcezza sicuramente data dalla botte di sherry. Poi ancora frutta rossa e tanti sentori minori. Benissimo.

Valutazione: 89

 

Glendronach a gradazione piena

Glendronach Cask Strength Batch 4 (OB, 2015, 54,7%)

Glendronach Cask Strength Batch 4 (OB, 2015, 54,7%)Naso: sherry dolce, marmellata di fragola e arancia, frutti di bosco succosi, amarena e ciliegia. Un po’ di cioccolato al latte. Non si avverte l’alcol. Frutta rossa generica, pesca, mela, fragola. Grande inizio. Vaniglia, crema pasticcera.

Gusto: pieno e dolce, spezie sulla punta della lingua. Si prosegue con un’ottima frutta rossa al palato, mentre le spezie aumentano gradualmente. Vaniglia, crema pasticcera, marmellata di arancia ben zuccherata, cacao zuccherato, cioccolato al latte.

Finale: frutta rossa, spezie, crema di arancia, cacao amaro.

Commento: come ho detto a qualcuno al Milano Whisky Festival, se rimanesse solo questo come whisky al mondo io sarei contento. E’ gradevole in ogni aspetto, non ha cedimenti di sorta e la qualità dei batch è sempre molto alta. Ottima selezione di botti.

Valutazione: 89

Glendronach Cask Strength Batch 5 (OB, 2015, 55,3%)

Glendronach Cask Strength Batch 5 (OB, 2015, 55,3%)Naso: più astringente del Batch 4, quindi un po’ più secco e meno dolce. La frutta rossa c’è e si sente: fragola, ciliegia, amarena, mela rossa. Vaniglia e liquirizia molto dolce, cacao zuccherato. Una dolcezza quasi da rum di classe, ovviamente.

Gusto: imbocco fresco e dolce, poi spezie vellutate sulla lingua. Frutta rossa in quantità, fragola, ciliegia, susina. Cacao dolce e grani di caffè. Leggerissima astringenza del legno a braccetto col pepe nero. Il caffè aumenta col tempo. Si intensifica dal secondo sorso in poi.

Finale: spezie, frutta rossa, caffè e cacao.

Commento: leggi sopra, questo forse è un po’ meno dolce e un po’ più austero ma la formula non cambia. Al prossimo batch!

Valutazione: 88