Malti sconosciuti di Islay

Islay Single Malt 2008/2016 (Sansibar for The Dutch Whisky Association, 2016, 52,8%)

Naso: torba marina, agrumi, limone e arancia. Sale, pepe bianco, pepe nero dopo qualche minuto. Leggero ed affilato.

Gusto: spezie quasi da subito. Pepe nero e paprika. Frizzante. Poi torba, leggera ma consistente. Agrumi? Limone, cedro, arancia candita. Non eccessivamente secco.

Finale: medio, spezie, torba, frutti di mare, agrumi.

Commento: rispetto al compagno è più tradizionale e meno elegante, voto di conseguenza. Grazie a Jens per il sample!

Valutazione: 87

South Shore Islay Malt 8 (Valinch&Mallet, 2016, 48,8%)

islay-malt_box2Naso: leggero all’inizio, si amplia pian piano. Frutti di mare, poi agrumi: limone sicuramente ma anche cedro. Spezie, quindi pepe bianco. Torba, non invasiva. Sabbia bianca.

Gusto: spezie, torba, frutta gialla, agrumi ma anche pesca bianca. Pepe bianco ottimo. Sensazioni saline dopo qualche secondo.

Finale: lungo ed intenso. Torba, spezie, pepe nero, frutta gialla, agrumi.

Commento: elegante e raffinato, questo malto presenta tutte le note di una certa distilleria che chiameremo X, dove X sta per eleganza e raffinatezza su Islay. Torba ne abbiamo, ovviamente, ma ben “diluita” nel distillato. Grazie a Davide per il robusto sample e ottima selezione davvero!

Valutazione: 90

Annunci

Invergordon vecchi di brutto

Invergordon 1973/2015 (Sansibar, 2015, 52,2%)

invergordon-1973-sansibar-samuraiNaso: iniziamo dal solvente. Si prosegue con frutta rossa ben matura, in particolare mela rossa. Spezie, pepe bianco, cannella, cardamomo. Caldo, ricco ed avvolgente. Si addolcisce col tempo e perde la nota di solvente.

Gusto: spezie, pepe nero e paprika da subito. Poi frutta rossa ben matura. Le spezie non mollano, anzi aumentano. Mela rossa, cedro, caffè in grani e cioccolato fondente.

Finale: medio-lungo, caffè, cacao amaro, frutta rossa e gialla, molte spezie.

Commento: non troppo facile da bere, questo whisky sottolinea ed amplifica le note di casa-madre. Grazie a Sansibar per il sample!

Valutazione: 88

Invergordon 1973/2016 (The Whisky Agency for Birthdays United, 2016, 52,5%)

A chi non piacciono i gattini?

A chi non piacciono i gattini?

Naso: anche qui solvente ma meno. Si avverte la gradazione, perlomeno all’inizio. Pera Williams, mela grattugiata, vaniglia, pepe bianco, altre spezie non ben identificate.

Gusto: spezie, pepe nero e cannella sulla punta della lingua. Poi frutta rossa e gialla, casalinga, mela, pera, albicocca, pesca gialla. Verso il finale cioccolato fondente e cannella in abbondanza.

Finale: lungo, cacao amaro, frutta rossa, spezie, pepe nero.

Commento: il più “difficile” del poker. Un whisky per conoscitori, non per tutti, non è esattamente un daily dram. Bravo!

Valutazione: 88

Invergordon 1973/2016 (Wilson&Morgan, 2016, 52%) Cask 42

352Naso: naso fino. Qui siamo sull’eleganza pura. C’è il solvente, come già riscontrato in praticamente tutti gli Invergordon, ma è solo una sfaccettatura. Buccia di mela rossa. Pepe bianco, spezie colorate. Cannella, quasi mentolato. Frutta gialla ben matura.

Gusto: spezie, pepe nero e pepe bianco. Frutta gialla matura, mela. Spezie ancora, aumentano col tempo. Tracce di solvente, ma davvero poca roba.

Finale: lungo, spezie austere, pepe nero, mela gialla, caffè in grani, cacao amaro.

Commento: en de uinner is Italiano! Che selezione signori. Il più complesso ma anche il più buono secondo me per oggi. Un grande grazie a Luca per il sample!

Valutazione: 90

Invergordon 42 (That Boutique-y Whisky Company, 2016, 47,7%)

invergordon-that-boutiquey-whisky-company-whiskyNaso: solvente, aghi di pino, cannella, vaniglia, mela rossa, frutta gialla casalinga.

Gusto: praticamente identico al naso, solvente, poche spezie, aghi di pino, frutta gialla e rossa in evoluzione costante. Vaniglia, cioccolato al latte. Il più dolce e meno speziato.

Finale: medio, vaniglia, cioccolato al latte, poche spezie.

Commento: il più coerente dei quattro per quanto riguarda eqquilibrio naso/gusto, peccato per un finale troppo breve, sfuggente. Grazie ad Emma per il sample!

Valutazione: 87

Commento finale: signori, che faticaccia! Non sono mai stato così concentrato, una seduta stancante e difficile ma grande soddisfazione. Se sei arrivato a leggere fino a qui, beh, grazie infinite!

Caroni 1997/2016 (Valinch&Mallet, 2016, 51,8%) Cask 100

caroni19_pack_valinch__mallet_single_rumNaso: intenso e profumato. Frutta rossa in primis, fragoline di bosco, mela rossa grattugiata. Spezie, quindi cannella e paprika leggera. Pepe bianco.

Gusto: spezie, pepe nero sulla lingua. Si prosegue con cioccolato fondente, cacao amaro. Frutta rossa e gialla, albicocca, mela rossa. Spezie ancora, cannella e pepe bianco.

Finale: lungo, spezie, polish del legno, pepe nero, cioccolato amaro.

Commento: beh che dire, un’ottima selezione. Questa bottiglia è un ottimo prodotto, ne esce vincente in tutti gli aspetti. Un grazie a Davide per il sample!

Valutazione: 91

 

Caol Ila del 2000

Caol Ila 2000/2016 (Cadenhead’s, 2016, 53%)

Naso: torba minerale e marina, sale, pepe nero, iodio, ostriche. Agrumi? Limone molto sottile, cedro. Quasi mentolato. Fresco e vivace. Paprika.

Gusto: spezie, dopo qualche secondo. Pepe nero, paprika, cannella. Si prosegue con la torba, non troppo in evidenza. Sale in abbondanza. Frutti di mare. Le spezie aumentano col tempo. Perfettamente equilibrato col naso. Bravo Mark.

Finale: lungo, sale, pepe nero, torba, agrumi. Ancora sale.

Commento: Cadenhead’s non delude. Abbiamo un Caol Ila didattico estremamente buono, molto salino e speziato ma non esasperato. Un’ottima selezione. Grazie a Maurizio per il sample!

Valutazione: 89

Caol Ila 2000/2016 (Sansibar, 2016, 54,8%)

2016-04-06_14-11-13Naso: sembra più giovane del compare, tracce di cereali. Per il resto molto simile, quindi torba, pepe bianco, pepe nero dopo qualche minuto, ostriche, frutti di mare. Agrumi, frutta gialla affilata.

Gusto: più compito del Cadenhead’s, meno sale e meno spezie, che comunque aumentano col tempo. Poi torba, acqua salata, ostriche, agrumi, soprattutto limone.

Finale: anche qui lungo, torba, spezie, pepe nero, sale. Pochi agrumi.

Commento: leggermente differente dal compagno, qui siamo su territori più cauti. Meno spezie, meno sale per un whisky che al naso sembra più giovane ed al palato più vecchio. Comunque buono, e grazie a Jens per il sample!

Valutazione: 86

Yula 21 Years Old (Douglas Laing, 2016, 52,3%)

yula_21_years_old_bottle_beside_boxNaso: torba leggera, fumo, bacon, carne cotta, frutta rossa di bosco (fragoline), sale, pepe nero.

Gusto: spezie, pepe nero e cannella, poi torba e fumo, leggero. Le spezie si amplificano col tempo, sempre molto ben fatte. Si prosegue con un pepe nero 100% Talisker, torba, sale, minerale. Sale perfetto.

Finale: medio-lungo, pepe nero, sale, torba, fumo, spezie varie.

Commento: ottimo blended, ricorda qualcosa di Talisker ma in maniera meno pepata se vogliamo. Le spezie sono davvero ottime ed il risultato è da ricordare, valutazione di conseguenza. Grazie ad Hannah per il sample!

Valutazione: 88