Shinsu Mars Komagatake 2011/2014 (OB, 2014, 57%)

Mars_Komagatake3_2011-2014Naso: si sente che è giovane, c’è parecchio malto biscottato, perlomeno all’inizio. Solventi vari, vernice. Poi marmellata di albicocca, pesca, esce anche qualcosa di rosso. Necessita di tempo per aprirsi a dovere. Carne cotta, bacon, frutta rossa che emerge dopo un po’ con maggiore consistenza. Spezie varie.

Gusto: qui si avverte la gradazione, comunque onesta. Sempre una sensazione di malto giovane, benchè non eccessiva. Abbiamo diverse spezie sulla punta della lingua e sul palato: pepe bianco, cannella, cardamomo. Una sensazione di plastica. Poi biscotti ai cereali e cacao.

Finale: pepe bianco, cereali, frutta gialla.

Commento: un prodotto onesto per i suoi 3 anni di invecchiamento, godibile e fresco anche in questa lunga estate. Il naso non è il suo punto forte ma in bocca regala qualcosa. Bene così.

Valutazione: 85

Annunci

NIkka All Malt (OB, 2013, 40%)

nikka-all-malt-whiskyNaso: un naso leggero, di caramello e vaniglia, caramelle gommose, qualcosa al limone, ma sempre molto dolce. Marmellata di arancia, un po’ di frutta di casa nostra, mela e pera, quest’ultima al forno. Qualche spezia sempre molto ben educata.

Gusto: leggerino ma non acquoso, abbiamo delle spezie sulla punta della lingua, pepe bianco ad esempio ma anche paprika, poi tanta frutta di casa, mela e pera come al naso, fragola e qualcosa di rosso, insieme alla vaniglia ed al caramello.

Finale: caramello, vaniglia, spezie leggere e frutta cotta.

Commento: un blended tutto sommato onesto che non fa gridare al miracolo ma insomma, accontentiamoci.

Valutazione: 83

English

Nose: light nose, caramel and vanilla, marshmallows, some lemon, but always very sweet. Orange jam, a little home fruit, like apple and pear. Some spiace always very well educated.

Mouth: Light but not watery, we have spices on the tongue, white pepper, for example, but also paprika, then a lot of home fruit, such as apple and pear like the nose, strawberry and something red, along with vanilla and caramel.

Finish: caramel, vanilla, light spices and cooked fruits.

Overall: an honest blended, not a miracle, but we can be satisfied.

Rating: 83

Hanyu The Joker (OB, 2014, 57,7%)

IMG_4971Naso: un naso che non tradisce l’altra gradazione, siamo quasi a 60 gradi ma non ve n’è traccia. E’ anche un naso molto mutevole e complesso, essendo frutto di diversi tipi di cask. C’è sicuramente della frutta rossa, del mentolo, del legno di sandalo, poi cuoio, tabacco da pipa e da sigaro, più intenso. Vaniglia, caramello, cioccolato al latte e fondente, il tutto varia da annusata ad annusata, non è mai stabile, se non dopo un po’ di tempo. Grande inizio. Dopo un po’ vira sulla pesca, albicocca, melone, marmellata di arancia e limone candito. Sempre presenti le spezie ed il legno di sandalo. Con acqua si scalda ed aumenta il cioccolato, sembra più intenso. Emergono anche delle erbe aromatiche e del mentolo in maggiore quantità rispetto a prima.

Gusto: inizio speziato, siamo sul pepe bianco e nero, poi frutta rossa in abbondanza, qui la gradazione si avverte. Frutta rossa dicevamo, fragole e ciliegie sotto spirito, poi cioccolato al latte, cacao zuccherato, legno di sandalo e legno sherried, amaricante. Altre spezie varie e siamo in conclusione. Più godibile con acqua, le spezie sono meno intense ma presenti, frutta rossa, cacao zuccherato in grande abbondanza, vaniglia, caramello e le classiche spezie giapponesi che tanto ci fanno perdere la testa.

Finale: il finale è lungo ed intenso, avvolgente e morbido. Abbiamo frutta rossa, spezie, cacao amaro e una certa mineralità.

Commento: Non siamo di fronte ad un capolavoro ma ad un vatted molto ma molto interessante, strano come concezione di “mischione” di tanti casks. Se avete la possibilità provatelo, non ve ne pentirete. Peccato per il prezzo…

Valutazione: 90

English

Nose: a nose that does not betray the other gradation, we are almost at 60 degrees but there is no trace. It is also a nose very changeable and complex, being the result of different types of cask. There is definitely the red fruit, menthol, sandalwood, then leather, pipe tobacco and cigars, more intense. Vanilla, caramel, milk chocolate and dark chocolate, it all varies from sniff to sniff, is never stable, if not after a while. Great start. After a while it turns on the peach, apricot, melon, orange marmalade and candied lemon. Spices and sandalwood always present. With water it warms and increases the chocolate, it seems more intense. Also emerge herbs and menthol in greater quantities than before.

Mouth: spicy start, we are on the white and black pepper, then red fruit in abundance, here the gradation is felt. We said red fruits, strawberries and cherries in brandy, then milk chocolate, sweetened cocoa, sandalwood and wood sherried, bitter. Other spices and we are in the end. More enjoyable with water, spices are present but less intense, red fruit, sweetened cocoa in great abundance, vanilla, caramel and classic Japanese spices.

Finish: the finish is long and intense, enveloping and soft. We have red fruit, spices, cocoa and some minerality.

Overall: We are not dealing with a masterpiece but a vatted very, very interesting, strange as conception of  many casks. If you want to try it, you will not regret. Too bad for the price…

Rating: 90

Yoichi 1988/2008 (OB, 2008, 55%)

1-e1369173999563Naso: note quasi farmy, poi tanti funghi secchi, una leggera affumicatura e le tipiche spezie giapponesi, come constatato in altri malti. Un bel malto intenso e, nonostante i 55 gradi, molto fresco ed annusabile. Fa la sua comparsa il tabacco da sigaro ma rimane comunque dolce e zuccherino. Anche parecchia frutta, gialla e rossa: fragole, banane, more ed albicocche. Con acqua è maggiormente fruttato e meno torbato, anche se la torbatura è comunque minima.

Gusto: coerentemente con il naso abbiamo un malto prevalentemente fruttato. Ci colpiscono delle spezie sulla punta della lingua, pepe bianco e pepe nero, quasi paprika, poi un bel malto che prosegue su note di tabacco dolce e frutta, albicocca pesca mela gialla e qualcosa di rosso, stile fragole dolci. Ripetiamo, coerente con il naso ed anzi, forse migliore. Con acqua è più vanigliato e fruttato, ottimo comunque.

Finale: spezie, frutta gialla e rossa, tabacco, una leggera torbatura.

Commento: il classico ottimo malto giapponese con qualcosa da dire di serio e concreto. Un ricordo di un’ormai vecchissima degustazione giapponese dove, se non fosse stato per un Karuizawa, avrebbe vinto a mani basse…

Valutazione: 89

English

Nose: notes almost farmy, then a lot of dried mushrooms, lightly smoked and spices typical Japanese, as found in other malts. A nice malt and intense, despite the 55 degrees, very fresh and clean. It makes its appearance tobacco cigar but remains sweet and sugary. Even a lot of fruits, yellow and red: strawberries, bananas, blackberries and apricots. With water it is more fruity and less peated, even if the peaty level is minimal.

Mouth: in line with the nose we have a predominantly fruity malt. Spices on the tongue, white pepper and black pepper, almost paprika, then a nice malt that goes on with notes of sweet tobacco and fruit, apricot peach yellow apple and something red, like sweet strawberries. Again, consistent with the nose and even, perhaps better. With water there is more vanilla and fruit, very good nonetheless.

Finish: spices, yellow and red, tobacco, a slight peat.

Overall: the classic Japanese malt with something to say serious and concrete. A remembrance of very old Japanese tasting where, had it not been for a Karuizawa, would win hands down …

Rating: 89

Chichibu The Peated 2009 (OB, 2012, 50,5%)

preview_product1877Naso: una bella torba vegetale di zafferano, poi un sensazione di inchiosto molto fine e levigata, qualche sentore di impasto per pane e qualcosina di tropicale, ananas ad esempio, ma molto flebile. Torba e zafferano si ampliano col tempo e non abbandonano facilmente.

Gusto: imbocco molto fresco, si mantiene fresco per tutta la durata della bevuta, punte speziate e saline sulla punta della lingua, qualcosa di impasto per pane e di frutta tropicale, poi la fa da padrona la torba, sempre vegetale e mai invadente, ben bilanciata e misurata.

Finale: legno umido, torba, gasolio.

Commento: un altro giapponesino di tre anni con qualcosa da dire, vicino al mondo giapponese per speziatura eppure unico per la tanta torba presente. Un po’ scarico di corpo…

Valutazione: 84