Saint James Royal Ambrè (OB, 2016, 40%)

saint james royal ambrèNaso: l’alcol non si avverte. Frutti rossi di bosco, fragola. Profumi floreali, quindi erbe di campo. Spezie, pepe verde. Vaniglia e zucchero di canna.

Gusto: zucchero di canna, melassa, vaniglia, frutta rossa acerba, mela. Spezie, pepe nero, quasi paprika.

Finale: zucchero di canna, spezie, erbe di campo, frutta rossa.

Commento: una bevuta onesta, un entry level di spessore per questa distilleria. Non l’ho abbinato in cocktails quindi non saprei davvero se consigliarvelo. Diciamo che è una bevuta poco impegnativa e che vale il suo prezzo, molto meglio di altri competitor nella stessa fascia.

Valutazione: 78

 

Annunci

Rum Week – Parte Terza

Saint James 12 (OB, 2015, 43%)

Saint James 12Naso: zucchero di canna, caramello, miele d’acacia. Frutta rossa, fragola, prugna e amarena. Funghi secchi, sensazioni. Un che di balsamico, quasi aceto, ma molto edulcorato.

Gusto: pari pari al naso, qui abbiamo innanzitutto le spezie, pepe nero e paprika, sulla lingua. Poi frutta rossa, amarena e susina, miele d’acacia, zucchero caramellato e bruciacchiato. Un corpo intenso e non troppo dolce. Sempre una sensazione balsamica, specie dopo qualche secondo. Succo di prugna.

Finale: medio, balsamico, spezie, miele, frutta rossa (prugna).

Commento: un buon rum diciamo, mettiamo le mani avanti. Non troppo dolce nè stucchevole, qui abbiamo un buon prodotto che vale la pena approfondire, soprattutto se vi piace la frutta rossa.

Valutazione: 86/90