Burnside 1989/2015 Small Batch (Cadenhead’s, 2015, 48,8%)

Burnside 1989/2015 Small Batch (Cadenhead's, 2015, 48,8%)Naso: miele d’acacia, spezie, pepe bianco, frutta rossa appena accennata. Tabacco da sigaro, pelle. Mandorle.

Gusto: imbocco fresco ed intenso, spezie sulla lingua, pepe nero. Poi frutta rossa, cacao, ancora pepe nero in aumento. Cioccolato al latte. Non uno sherry monster. Miele d’acacia.

Finale: spezie, pepe nero e paprika. Miele, frutta rossa e gialla. Marmellata d’arancia.

Commento: Dicono Balvenie per questo UD. Potrebbe essere, anche se mi è sembrato un po’ rude. Comunque ben fatto e ben rappresentativo almeno di Cadenhead’s. Grazie a Maurizio, come al solito, per il sample!

Valutazione: 87

 

Annunci

Bowmore Indipendente vs Ufficiale

Bowmore 12 (OB, 2012, 40%)

bowob.12yov10Naso: c’è anche un parziale invecchiamento in sherry, qui abbiamo della frutta rossa e della torba, erbe di campo, qualche spezia (pepe bianco). Camomilla, ginger, la torba è ben misurata ma presente.

Gusto: la gradazione non è ottimale, abbiamo fave di cacao e frutta rossa, poi torba e pepe bianco, una sensazione di malto giovane, latte caramellato, caramello ed ancora cioccolato al latte.

Finale: medio, spezie, pepe nero, torba, cacao e frutta rossa.

Commento: mi aspettavo peggio, abbiamo un malto onesto ed entry level per tutti gli appassionati del brand. Si avverte la parte in sherry dal colore e da diverse note di degustazione.

Valutazione: 84

 

Bowmore 2002/2015 Small Batch (Cadenhead’s, 2015, 57,1%)

cadenhead bowmore 12 age acheter en ligneNaso: torba dolce, carattere Bowmore, limone. Dopo qualche minuto crema pasticcera, crema catalana, panna acida. Si avverte la gradazione anche se marginalmente.

Gusto: torba, pepe nero, poi frutta gialla: banana, mela, pera e melone. Palato intenso, grazie alla gradazione. Crema pasticcera, limone ed agrumi. Buone le spezie.

Finale: lungo ed intenso, pepe nero, torba, erbe di campo, spezie.

Commento: naso così così ma buon palato e finale. Necessita di tempo per dare il meglio. Non siate ingordi!

Valutazione: 86

Mortlach Indipendenti

Mortlach 1994/2015 Small Batch (Cadenhead’s, 2015, 53,4%)

ob_170e87_mortlach20ysmallbatchNaso: un bel naso Mortlach 100%. Prima di tutto abbiamo la carne, una carne in parte vegetale (non vegan, per carità) quindi con qualche erba di campo. Qualche ricordo di vino bianco stile Traminer. C’è anche spazio per la frutta gialla, tropicale ed agrumi, limone e cedro. Dopo un po’ di tempo compare la cera accompagnata da qualche spezia.

Gusto: spezie sulla punta della lingua, pepe nero e una sensazione salina. Poi ancora carne, cera d’api, miele d’acacia, legno, sensazione di brodo di carne non troppo intensa. Concludiamo con la frutta gialla, limone, cedro ed arancia. Molto intenso ed interessante.

Finale: brodo di carne, frutta gialla, spezie.

Commento: questo Small Batch è in linea con la serie, nel senso che presenta ottimi prodotti ad un prezzo onesto (varia ovviamente a seconda dell’età del distillato). Fateli vostri senza paura, mai una delusione. Forse l’unico punto debole è un palato troppo aggressivo come spezie.

Valutazione: 89

Mortlach 1999/2014 (Wilson&Morgan, 2014, 56,6%) Cask 2

Mortlach-15-yo-1999-Wilson-MorganNaso: qui abbiamo ancora le note tipiche di Mortlach, quindi carne ed un leggero legno, ma in più l’invecchiamento in sherry regala qualche altra nota, ad esempio cacao ma anche frutti rossi. Cioccolato per la precisione, erbe di campo (camomilla). C’è anche un minimo di cera, di miele d’acacia. Zafferano e altre spezie generiche.

Gusto: brodo di carne anche qui, ma l’invecchiamento in sherry regala altre sfumature. Partiamo dalle spezie sul palato, pepe nero e paprika, poi cacao, frutti rossi non esagerati, mela gialla e legno. Anche qui buona intensità.

Finale: pepe nero, legno, cacao, frutti rossi e spezie.

Commento: sarà ma questi Mortlach in sherry mi fanno impazzire. Sanno il fatto loro e l’invecchiamento regala una rotondità di fondo invidiabile. Estremamente equilibrato tra le varie componenti, con in più quel cacao da brividi. Promosso e alla prossima!

Valutazione: 89

Glendronach 1990/2013 Small Batch (Cadenhead’s, 2013, 49,5%)

Glendronach_1990_cadenheadsNaso: smaccatamente legnoso, distante dai vari Glendronach Oloroso o PX assaggiati finora, ci porta vicino a sentori di pane ed impasto, pasta fresca (tortelli), qualche nota limonosa, di agrumi generici, poi tanto tanto legno.

Gusto: imbocco amaro, legnoso, poi si distende su territori amaricanti, di spezie del legno. Qualche nota floreale ma in misura minore.

Finale: tutto sul legno, lungo ed affumicato in parte.

Commento: tornare da Islay è dura e questo Small Batch non è stato esattamente all’altezza della situazione. Diciamo che manca di mordente e rimane troppo amaro, il legno ha preso troppo piede ed, in sostanza, ha corrotto in parte l’acqua di vita preferita. Ben bilanciato comunque, un prodotto per pochi.

Valutazione: 83