Benrinnes 2003/2013 (Provenance, 2013, 46%) Cask 10089

Benrinnes 2003/2013 (Provenance, 2013, 46%) Cask 10089Naso: malto fresco, alcol denaturato che svanisce dopo poco. Frutta gialla ben matura, mela e banana. Pepe bianco.

Gusto: spezie, pepe nero. Sembra più alto di gradazione. Paprika, caffè in grani, cacao amaro, frutta gialla matura. Vaniglia.

Finale: medio, pepe nero, cacao amaro, banana, vaniglia.

Commento: molto difficile da sezionare. Un malto tendenzialmente giovane, con poche note in evidenza, ricorda una grappa francamente.

Valutazione: 80

 

Annunci

Caperdonich Indipendenti

Caperdonich 1977/2013 Small Batch (Cadenhead’s, 2013, 50,2%)

caperdonich_35_yo_1977_50-2_cadenhead_small_batchNaso: ammaliatore da vero sherry. Abbiamo una bella frutta rossa sugli scudi, amarene e ciliegie, più un po’ di cacao e qualche suggestione di cioccolato amaro. Prosegue con un bel tabacco da sigaro cubano ed erbe aromatiche. Conclude l’onnipresente (per questi vecchi sherried) frutta secca, mandorle tostate e nocciole. Caffè tostato. Ciliegie sotto spirito. Carne alla brace. Fragola dopo un bel po’. Con acqua perde un po’ di frutta rossa e cacao in favore delle erbe aromatiche.

Gusto: imbocco pepatino, si sa sono fatti così questi ragazzi di 35 anni fa. Prima di tutto le spezie, pepe nero sulla punta della lingua, un qualcosa di minerale. Poi si scatenano la frutta rossa, ciliegia ed amarena, e la frutta secca, mandorle nocciole noci e uvetta. Rimane comunque zuccherino. Rispetto al naso c’è anche un legno consistente, polish del legno per la precisione, con anche spezie del legno sul finale. Con acqua si apre una certa mentolatura, permangono le spezie e la frutta. Più caldo di prima.

Finale: si conclude con spezie, cacao, frutta rossa, caffè e spezie del legno.

Commento: un classico, solido, vecchio sherried, con la botte che marca ben bene il distillato. Difetti? Si sentono talvolta i tannini del legno, come se fosse in parabola discendente. Comunque un’ottima bevuta e un vecchione che tiene ancora bene. Reperibilità complicata.

Valutazione: 88

Caperdonich 1992/2012 (Signatory, 2012, 56,8%) Cask 46242

tumblr_inline_ml5wz2WLqr1qz4rgpNaso: un bel naso fresco di pineta. Sì, siamo proprio in una pineta: c’è la resina e ci sono gli aghi di pino. Erbe aromatiche in quantità e qualcosa di fruttato, cedro ai limiti con il tropicale. Limone? Vaniglia dopo un po’, che si districa dagli aghi di pino onnipresenti. Carne alla brace. Con acqua si aprono gli agrumi e aumenta la carne alla brace, aumenta la torba in generale anche se è ben poca cosa.

Gusto: imbocco speziato e vivace, qui siamo su territori quasi torbati dove la mineralità fa tanto. Spezie sulla punta della lingua e sul palato, quindi pepe nero, sale e paprika, poi le onnipresenti erbe aromatiche conferiscono quel quid in più. Resina e aghi di pino. Con acqua scende leggermente il pepato in favore del salino. Sempre presenti gli aghi di pino.

Finale: spezie, limone, mineralità, aghi di pino, resina.

Commento: tutto il contrario dello Small Batch, qui c’è uno spirito nudo dove il bourbon lascia qualche traccia di agrumi e basta. Se vi aggradano il pino e gli aghi di pino questo è il vostro whisky.

Valutazione: 86

English

Caperdonich 1977/2013 Small Batch (Cadenhead’s, 2013, 50,2%)

Nose: true sherry enchanter. We have a beautiful red fruit, sour cherries and cherries, plus a little cocoa and suggestions of bitter chocolate. Continues with nice cuban cigar tobacco and herbs. Dried fruit, almond and hazelnuts. Roasted coffee. Cherry liqueur. Grilled meat. Strawberry after a while. With water loses the red fruits and cocoa in favor of herbs.

Mouth: peppery mouth, these guys are like that after 35 years, you know. First of all spices, black pepper on the tongue, something mineral. Then it unleashes red fruit, cherry and black cherry, and dried fruit, almond, hazelnut, walnuts, and raisins. It’s still sugary. There is also wood, wood polish, with also wood spices on the finish. With water there is also mint, with spices and fruit. Warmer than before

Finish: ends with spices, cocoa, red fruit, coffee and wood spices.

Overall: a classic, solid, old sherry cask, with the barrel marking the whisky. Defects? Sometimes you can feel the tannins of the wood, as if in a downward spiral. Nevertheless, good whisky and an old man still good, Availability complicated.

Rating: 88

Caperdonich 1992/2012 (Signatory, 2012, 56,8%) Cask 46242

Nose: a lovely nose of fresh pine forest. Yes, we are really in a pine forest: the resin and pine needles. Much herbs, something fruity, with tropical cedar. Lemon? Vanilla after a while, between the pine needles. Grilled meat. With water, citrus and grilled meat, the peat increases but is a little thing.

Mouth: mouth spicy and lively, we have a little peat with minerals. Spices on the tip of the tongue and palate, then black pepper, salt and paprika, then again herbs, resin and pine needles. With water, the peppery side drops slightly for the salt side.

Finish: spices, lemon, mineral, pine needles, resin.

Overall: the opposite of the small batch, there is a naked spirit where the bourbon cask leaves some citrus and stop. If you like pine and pine needles this is your whisky.

Rating: 86

Tamdhu Ufficiali

Tamdhu 10 (OB, 2015, 43%)

tamob.10yov5Naso: un naso semplice ma efficace. Siamo di fronte ad un malto per beginners, quindi malto rotondo, biscotti ai cereali, frutti rossi (fragola e ciliegia), un po’ di spezie ben controllate. Caramello, comunque dolce ma non zuccherino, leggera pepatura. Dopo un po’ sensazioni di bacon, di carne cotta.

Gusto: leggero, maltoso e rotondo, abbiamo frutti rossi ben delineati, qualche spezia, cola, poi biscotti ai cereali, ciliegia, mora e lampone. La gradazione si fa sentire dopo un po’, comunque buona.

Finale: cola, cereali, caramello, spezie.

Commento: un malto molto semplice come ho già detto per novizi del whisky, va giù che è un piacere. Ottimo prezzo e stupenda confezione.

Valutazione: 84

Tamdhu Batch Strength (OB, 2015, 58,8%) Batch 001

TAMDHU_RENDER_BS_150DPI_TUBENaso: rispetto al fratellino qui abbiamo più spezie e più frutta rossa. Sembra il 10 amplificato, la gradazione non si sente. Sembra anche più giovane, è più maltoso. Cola, amarena, ciliegia, caramello, spezie in abbondanza. Con acqua la cola si fa preponderante, seguita dalla frutta rossa davvero esagerata.

Gusto: pare un 46 gradi, perlomeno all’inizio. Una bella speziatura di pepe nero, quasi salina, poi tanta frutta rossa ed un malto cerealoso: fragole, ciliegie, amarene, caramello, cola, vaniglia e quasi caffè. Cioccolato al latte. Con acqua è più rotondo ancora, più masticabile. La frutta rossa scema in favore dei cereali e del malto.

Finale: cola, caramello, spezie, cereali, frutti rossi.

Commento: uno step sopra al 10 tradizionale, qui abbiamo più elementi da prendere in considerazione per un risultato finale di tutto rispetto. Promosso!

Valutazione: 87

English

Tamdhu 10 (OB, 2015, 43%)

Nose: the nose is simple but effective. We are facing a malt for beginners, then rounded malt, cereal biscuits, red fruit (strawberry and cherry), little spices well controlled. Caramel, still sweet but not sugary, light pepper. After a while we feel bacon, cooked meat.

Mouth: light, malty and rounded, red fruits well defined, some spices, cola, biscuits and cereals, cherry, blackberry and raspberry. You can feel the alcohol after a while, still good.

Finish: cola, cereals, caramel, spices.

Overall: very simple malt as I said for novices of whisky, it goes down as a pleasure. Great price and superb package.

Rating: 84

Tamdhu Batch Strength (OB, 2015, 58,8%) Batch 001

Nose: compared to the brother here we have more spices and more red fruit. Seems the 10 amplified, you cannot feel the alcohol. Is also looks younger, it is more malty. Cola, black cherry, cherry, caramel, spices. With water cola becomes predominant, followed by red fruit really overwhelming.

Mouth: it seems at 46 degrees, at least in the beginning. A nice spiciness of black pepper, almost saline, then a lot of red fruit and cereal malt: strawberry, cherries, sour cherries, caramel, cola, vanilla and almost coffee. Milk chocolate. With water is still rounder, more chewable. The red fruit diminishes in favor of cereals and malt.

Finish: cola, caramel, spices, cereals, red fruits.

Overall: a step above the 10 years old, here we have more items to consider for a good final result. Very good!

Rating: 87

Mortlach 1987/2014 (Adelphi, 2014, 58,4%) Cask 3106

8b25968eb9b0394268c7b6badf0538e0Naso: frutta gialla e rossa, banane, mela e pera, più qualcosa di vicino alla fragola. Strano, in un bourbon cask. Ma andiamo avanti. Note farmy, contadine, miste a brodo di carne come in tradizione Mortlach. Rimane comunque piuttosto dolce e zuccherino. C’è anche qualche spezia, pepe nero ad esempio. Non si avverte l’alcol, perfetta integrazione. Piccoli frutti rossi acerbi. Si evolve parecchio con il tempo. Bacon, altre spezie. Con acqua è ancora più aperto e fruttato, in più si avvertono delle erbe di campo davvero ottime.

Gusto: anche qui non si avverte l’alcol. Parte con alcune spezie sulla lingua, pepe bianco e pepe nero, poi una bella frutta fa da contraltare alle classiche note di brodo di carne. Abbiamo mela e pera, quasi banana matura, più una certa legnosità ben amalgamata con il tutto. C’è una mineralità di fondo a condire il tutto, splendida. Troviamo anche del cacao, quasi caffè, soprattutto con acqua. Piccoli frutti rossi acerbi anche qui.

Finale: frutta rossa, legno, carne e spezie.

Commento: un esemplare di razza per Mortlach, qui abbiamo la quintessenza di questo whisky con tutte le note al loro posto. L’alcol non si avverte e per un cask strength questo vuol dire molto. Approvato e promosso a pieni voti.

Valutazione: 90

English

Nose: red and yellow fruit, banana, apple and pear, plus something close to strawberry. Strange, in a bourbon cask. But let’s move on. Notes farmy, rural, mixed with broth as in tradition Mortlach. But it remains sweet and sugary. There is also some spice, black pepper, for example. There is no perceived alcohol, seamless integration. Red berries bitter. It evolves a lot with time. Bacon, other spices. With water is still more opened and fruity, herbs of the field really good.

Mouth: you cannot feel the alcohol. Starts with some spices on the tongue, white pepper and black pepper, then a beautiful fruit is in contrast to the classic notes of meat broth. We have apple and pear, almost ripe banana, plus some woodiness well mixed with the whole. There is an underlying minerality, beautiful. We also find cocoa, almost coffee, especially with water. Red berries immature here.

Finish: red fruit, wood, meat and spices.

Overall: a champion of the breed for Mortlach. Here we have the quintessence of this whisky with all the notes in place. Alcohol is not felt for a cask strength and that means a lot. Approved.

Rating: 90

Benriach 17 Septendecim (OB, 2013, 46%)

SeptendecimNaso: una bella torba fruttata da subito, frutta gialla non troppo matura, banane, limoni, albicocche. Poi marmellate varie, la torba sa di tabacco da pipa ed è anche vegetale, stile fiori di campo ed amaro nazionale. Col tempo scende la torba in favore del vegetale e della frutta.

Gusto: imbocco molto fresco, partono poche spezie sulla punta della lingua, tra cui pepe bianco e cannella, poi la torba prende il sopravvento sulle papille gustative e ci dona qualche sensazione fruttata, di frutta gialla, ma è ben poca cosa. Si scalda con il tempo, liquirizia e pepe nero.

Finale: liquirizia, torba vegetale, limone e minerale.

Commento: un torbato di tutto rispetto, anche se la torba è lontana anni luce da Islay. Qui siamo su territori più vegetali e fruttati, quasi minerali. Splendida la liquirizia che fa capolino ogni tanto.

Valutazione: 86

English

Nose: a nice fruity peat immediately, not too riped yellow fruit, bananas, lemons, apricots. Then jams, peat smells of pipe tobacco and is also vegetable, like wildflowers and bitter italian. With time peat goes in favor of vegetable and fruit.

Mouth: very fresh mouth, starts with few spices on the tip of the tongue, including white pepper and cinnamon, then the peat takes over on the taste buds and gives us some feeling fruity, yellow fruit, but it is very little. It warms up with time, licorice and black pepper.

Finish: liquorice, peat, lemon and mineral.

Overall: a peaty respectable, even if the peat is light years away from Islay. Here we are on the territories more vegetables and fruity, almost mineral. Wonderful licorice peeping occasionally.

Rating: 86